Usa il codice " AUTUNNO10 "
e ricevi subito il 10% di sconto

Orto? PRONTI VIA!

16/09/2021


Per garantire il successo del vostro orto poche sono alle regole ma fondamentali:
​​​​​​​
  • sole, sole e ancora sole, non esistono verdure da ombra! Il sole arricchisce foglie, frutti e radici di principi nutritivi contribuisce ad esaltare i sapori e i profumi. Quindi vietate zone ombrose, evitate l’ombra sotto la chioma degli alberi.
  • attenti al freddo! Non stiamo parlando di gelate, per quanto siano nocive per la buona riuscita dell’orto, ma delle zone più fredde del Vostro terreno, ad es. una depressione del terreno, una esposizione a nord est sono più fredde e umide rispetto a posizioni a est, sud e ovest.
  • Questa regola vale soprattutto per aromatiche, ortaggi da frutto come pomodori, melanzane e peperoni, vale meno pe verdure da foglia, anche se una temperatura più alta e meno umidità sarebbero da preferire.
  • No vicini scomodi! Attenti all’orto piantato in prossimità di siepi o di grandi alberi. Anche se non producono ombra, le loro radici entrano in competizioni con le radici dei nostri ortaggi e indovinate un po'? Chi perde è l’orto.
 
LAVORAZIONE DEL TERRENO

È l’azione più importante tra tutte quelle che vedono la coltivazione dell’orto. Una buona preparazione del terreno è alla base di eccellenti risultati perché:
  • frantuma la terra in particelle piccole che permettono all’aria e all’acqua e agli elementi nutritivi somministrati di
  • penetrare in profondità e di giungere esattamente dove sono le radici
  • arieggia il terreno rendendolo meno “pesante”
  • facilita la crescita delle radici grazie alla minore dimensione delle particelle del terreno
  • rallenta lo sviluppo delle infestanti
Questa ultima azione non stravolge gli strati del profilo del terreno rispettandolo e mantenendo l’equilibrio della fauna terricola a vantaggio di buone crescite.


DALLA PREPARAZIONE AL RACCOLTO LA CONCIMAZIONE HA IL SUO PERCHÉ

Come accennato, nutrire le piante attraverso il “concime” serve per far crescere le stesse robuste, sane e produttive. Non occorre concimare sempre, ma intervenire correttamente.
La concimazione si divide in:
  • concimazione di fondo o alla vangatura, serve per dotare il terreno di quelle sostanze nutritive utili alla crescita delle piante
  • concimazione di produzione, utile a mantenere le piante una volta che cresciute iniziano la fase produttiva.
  • i prodotti sono diversi (stallatico, humus, compost auto prodotto adeguatamente, ecc.) per la prima e concimi minerali-organici per la seconda.
  • mai distribuire un eccesso di concime
  • evitare la concimazione in climi secchi e dove l’irrigazione non può essere controllata accuratamente
  • evitare di porre a contatto i granelli di concime con i fusti verdi (erbacei) degli ortaggi, si rischiano dei tessuti ustioni e perdita di raccolto.

ORTO “HOT”

Quando pensiamo piccante pesiamo agli inevitabili peperoncini, ma vi sono tantissime piante coltivabili in orto che hanno un grado di piccante.
Tutte allevabili senza problemi ecco le migliori:
  • Ravanelli, le radici, soprattutto le varietà rosse sono dotate di una eccellente piccantezza.
  • Crescione di terra (ma anche quello di acqua) le cui foglie sono fantastiche per dare ad un piatto freddo quel pizzicore che stimola il palato senza essere invadenti.
 
Tra le aromatiche:
  • Santoreggia (Satureja montana repandens). Le foglie ricordano il timo ma presentano una punta di piccante adatta per carni e pesci
  • Infine, esotico ma coltivabile da noi l’arbusto del Pepe di Sichuan (Xanthoxylum piperitum) della famiglia delle Rutaceae (agrumi) le bacche sia verdi che mature fatte seccare sono particolarmente piccanti.
  • A proposto, se amate il piccante dei Peperoncini, LVG&D ha la più ampia collezione di peperoncini ultrasuperpiccanti, prenotateli per tempo!
 
#orto #cucina #giardino #giardinaggio